Pcsx2 0.9.4 e 0.9.5 e 0.9.6 l’emulatore della playstation 2 completo di bios, plugins, patches e guida

La guida è stata aggiornata alla versione 0.9.8 e disponibile a questo indirizzo!
In questa guida proverò a spiegare al meglio il funzionamento e le caratteristiche di pcsx2 (questo intervento viene sempre aggiornato con le ultime versioni e novità in merito). Anche sul forum di hwupgrade a questo indirizzo trovate la guida completa.

Per chi non lo sapesse ancora, pcsx2 è un emulatore della playstation 2 (ps2, psx2), sicuramente l’unico davvero funzionante anche se non ancora al 100%. Un emulatore è un programma che permette di usare i giochi di una piattaforma su un’altra piattaforma; in questo caso si può giocare ai giochi della playstation 2 tramite il pc! Il sito ufficiale del progetto è www.pcsx2.net mentre il forum ufficiale è http://forums.ngemu.com/pcsx2-official-forum/.

Partiamo prima di tutto parlando di requisiti. L’hardware dei moderni pc è certamente superiore a quello di una ps2; purtroppo però, visto che l’emulatore non è perfetto, richiederà un pc molto potente per funzionare in modo decente. É consigliato un processore dual core che supporti almeno le istruzioni sse2 (Amd Athlon 64 X2 o superiori, Intel Core 2 Duo o superiori), una scheda video che supporti pixel shader 2 o successivi (nvidia geforce 66** o superiori e ati x16** o superiori) e almeno 512mb/1gb di ram. Per quanto riguarda il sistema operativo, Windows Xp è supportato e consigliato per chi ha svga directx 9 mentre Windows Vista per chi ha svga directx 10 (solo se si vuole utilizzare quest’ultima modalità, sennò Xp ha prestazioni superiori). Anche Linux è supportato, ma le prestazioni sono sicuramente inferiori. Le versioni a 64 bit dei suddetti sistemi operativi non sono ancora ottimizzate per pcsx2 ma sono compatibili con la versione a 32 bit dell’emulatore.

Detto questo, un pc del genere non è detto che permetta di ottenere buoni risultati in quanto la compatibilità e la velocità variano da gioco a gioco. A questo indirizzo http://www.pcsx2.net/compat.php?c=key potete farvi un’idea di come mediamente può funzionare un gioco. “Nothing” significa che il gioco non funziona; “Intro” vuol dire che non si raggiunge nemmeno il menu iniziale; “Menus” indica che non si riesce ad avviare una partita; “Ingame” permette di entrare nel gioco, ma non è detto che funzioni dall’inizio alla fine; “Playable” è giocabile al 100% (non implica naturalmente alla massima velocità). Questi risultati non sempre sono attendibili, dunque provate voi stessi per farvi un’idea chiara!

Passiamo ora all’installazione dell’emulatore. Prima di tutto consiglio di aggiornare i driver del vostro pc, in particolare quello della scheda video e del chipset e di installare l’ultimo directx runtime che trovate qui. Dopo aver eseguito queste semplici operazioni non vi resta che scaricare l’emulatore a questo indirizzo e dare un occhio a questo sito. Il pacchetto che vi propongo è diverso da quello ufficiale in quanto contiene tutti i plugin e le versioni beta aggiornate. Per installarlo basta che estraiate il file pcsx2.7z  (con 7-zip o winrar) in una cartella a vostro piacimento. Vediamo ora cosa vi ritroverete all’interno:

– Gli eseguibili di pcsx2, necessari per far partire l’emulatore.
– La cartella plugins contenente tutto i plugins necessari per il funzionamento dell’emulatore.
– La cartella sstates con i salvataggi dei vostri giochi.
– La cartella memcards con le memory card del vostro emulatore.
– La cartella bios con il bios estratto dalla vostra playstation 2.
– La cartella patches con le patches predefinite per risolvere alcuni problemi con certi giochi.

Passiamo ora ad un’analisi approfondita di questo pacchetto (analizzerò solo i plugin più importanti e che andremo ad usare):

– I bios preferibili sono i seguenti: SCPH-70012_BIOS_V12_USA_200.bin e SCPH-70004_BIOS_V12_PAL_200.BIN, ultimi bios 70012 usa v02.00 14/06/2004 e 70004 Europe v02.00 14/06/2004.
– Troverete questi eseguibili: pcsx2 0.9.6 rev 1606 (ultima versione compilata).
– Plugin grafici: zerogs gs 0.97.1 rev 1388 (ultima versione compilata); gsdx 0.1.15 rev 1611 sse2 e ssse3 (ultima versione compilata).
– Plugin audio: ZeroSPU2 0.4.6 rev 1455 (ultima versione ufficiale)SPU2-X 1.1.0 rev 1517 (ultima versione compilata).
– Plugin controller: Lilypad 0.10.0 rev 1388 e Xpad 0.2.0 rev 1565.
– Plugin cd/dvd: Linuzappz Iso CDVD 0.9.0 rev 1390 e Gabest CDVD 0.1.0 rev 1565
– Plugin Dev9, Usb e FireWire predefiniti (null).

Bene, ora vediamo come eseguire l’emulatore. Scegliete l’eseguibile che volete (solitamente l’ultima versione è la migliore anche se potrebbe risultare instabile). Pcsx2 è disponibile in due versioni, la TLB (pcsx2t.exe) e la VM (pcsx2.exe). Provate prima ad eseguire la VM, visto che è più performante, seguendo le istruzioni fornite al primo avvio (inserire il nome utente, disconnettersi/riconnettersi e riavviare l’emulatore). Se il programma continua a restituire un errore di allocazione della memoria, usate la versione TLB e non preocuupatevi poichè la differenza di velocità non è molto elevata. Appena partito, il programma vi chiederà di configurare i plugin per adattarlo al vostro computer. Per ora lasciate perdere questa schermata e provvedete a fare quanto segue: scegliete la lingua italiana e disabilitate la console dal menu varie.

Passiamo ora alla configurazione dell’emulatore. Prima di tutto accediamo alla sezione cpu, raggiungibile dal menu configurazione. All’inizio vedrete le informazioni relative al vostro processore. Chiunque dovrebbe iniziare ad attivare EERec – EE/IOP, VU0rec e VU1rec. Se avete un processore dual-core attivate anche MTGS e DC. Tutte queste opzioni servono per migliorare le prestazioni dell’emulatore. Nella sezione limitatore frame un buon inizio è la modalità normale, ovvero tutti i frames vengono renderizzati il più velocemente possibile. Dopo che avrete provato qualche gioco potrete decidere se lasciare questo valore o sceglierne un altro. In particolare, se il gioco va a più di 50fps (velocità standard di un gioco ps2), potete decidere di attivare il limitatore dei fotogrammi: in questo modo bloccherete la velocità massima ad un valore che vorrete (0 provvede in automatico); questa modalità potrebbe ridurre le prestazioni del gioco oltre a compiere il lavoro per cui è prefissata. Le modalità frame skip e VU skip servono, al contrario, a far saltare dei fotogrammi per raggiungere la velocità normale; queste due opzioni rallentano un pò le prestazioni e non sempre funzionano a dovere. Come ultima configurazione, trovate Speed Hacks dal menu configurazione. Provate ad abilitare le opzioni Disable Forced ABS e EE/IOP Sync Hack per migliorare le prestazioni dell’emulatore, Tighter SPU2 Sync per aumentare la sincronia audio; tuttavia la compatibilità potrebbe essere compromessa.

Bene, ora viene la parte più importante, la configurazione dei plugins. Per accedere alla sezione, premiamo configura dal menu configurazione. Cominciamo dalle cose più semplici: selezioniamo un bios e lasciamo invariati i plugin Dev9, Usb e FireWire.

Passiamo ora al controller primario: vi consiglio di usare LilyPad, permette di configurare tastiera, mouse, stick analogici, digitali e persino correttamente il controller dell’xbox 360 (per quest’ultimo abilitate Allow binding axes to buttons, poi scegliete L2/R2 premendo un grilletto).
Per quanto riguarda Cdvdrom  la scelta più performante è quella di creare l’immagine di backup del vostro gioco ps2 (con un programma di masterizzazione tipo alcohol o nero o quello che preferite) e usare il plugin Linuzappz Iso CDVD, selezionare l’iso creata (supporta anche altre estensioni) e premere ok.
Per il plugin sonoro se il gioco va molto lento scegliete P.E.O.p.S SPU2 lasciando i valori predefiniti, altrimenti scegliete ZeroSPU2 che è il più compatibile e prestante; dovete attivare l’opzione Time Scaling per adeguare l’audio alla velocità di emulazione e, se avete ritardi nel sonoro, anche Real Time Mode. Nuovo nella scena  anche il GiGaHeRz’s SPU2: provate a smanettare un pò le opzioni output module e interpolazion per ottenere i risultati migliori; essendo una versione beta, non è ancora completa e potrebbe presentare dei problemi di sincronizzazione.
Ora è arrivato il momento del plugin grafico, sicuramente il più importante. SSSE3 è supportato solo dai core duo ed è la modalità più veloce, per il resto cercate di impostare almeno SSE2 visto che garantisce prestazioni superiori rispetto al no SSE. Ora la scelta varia da computer a computer.
Partiamo da ZeroGS KOSMOS visto che supporta solo schede video che supportano pixel shaders 2 o superiori: attiviamo il bilinear filtering per migliorare il filtraggio delle texture (influisce molto poco sulle prestazioni, potete attivarlo/disattivarlo con la combinazione shift+F6); la risoluzione influisce solo in modalità finestra, per andare in modalità schermo intero bisogna premere alt+invio; una volta entrati nel gioco tramite il tasto F6 possiamo scegliere diverse modalità di antialiasing, da disattivato a 16x: salendo verso l’alto migliora la qualità ma le prestazioni ne possono risentire parecchio. Per quanto riguarda le Advanced Options non c’è molto da dire, attivare le opzioni può risolvere e velocizzare i giochi; la scelta migliore se si hanno problemi è quella di provare le funzioni fino ad ottenere il risultato migliore. Tramite shift+F7 possiamo infine monitorare gli fps anche a schermo intero.
Passiamo ora alla configurazione di Gsdx: la modalità software è adatta alle schede video poco potenti; per tutte le altre scegliete la modalità hardware e impostate pixel shaders 2.0 o 3.0 in base all’ultima revisione supportata dalla vostra scheda. La modalità directx 10 funziona solo con Windows Vista e schede video compatibili; questa modalità offre migliori prestazioni e compatibilità rispetto alle directx 9! Ora settate queste impostazioni: Aspect Ratio: stretch (per i 16:10 e in generale anche per tutti gli altri monitor); NLOOP hack spuntato in grigio (così si attiva solo in Final Fantasy X); Alpha correction (FBA) abilitato; Texture filtering abilitato; Logarithmic Z disabilitato (provate ad abilitarlo solo se avete problemi di visualizzazione grafica); Enable tv-out disabilitato; Wait vsync abilitato solo se voleve bloccare la frequenza dei fotogrammi a quella del refresh del vostro monitor (utile al posto del limitatore di frame di pcsx2). L’interlacing inizialmente lasciatelo su none; se durante il gioco notate sfarfallii, tremolii o video che non si vedono molto bene, provate a premere F5 per cambiarlo con un altro valore che potrebbe migliorare la qualità dell’immagine o la sfocatura dei video. L’ultima impostazione è la D3D internal res: dovete sapere che ogni gioco ha la sua risoluzione predefinita, più o meno vicina a 512×512. Se impostate la risoluzione su native, il plugin non modificherà la risoluzione standard di quel gioco: il risultato è ottima velocità, nessun difetto grafico ma bassa qualità! Più alzate i due valori, più la qualità migliora (è come applicare l’antialiasing di ZeroGS): buoni inizi sono 1024×1024 o la risoluzione del proprio monitor a schermo intero o due numeri che siano multipli della risoluzione nativa del gioco. Fate alcune prove per vedere quali valori si addicono di più come rapporto qualità/prestazioni, visto che salendo con i numeri è probabile che in molti pc cali la velocità.
Bene, dopo aver configurato tutto a dovere è l’ora di eseguire il nostro gioco scegliendo esegui CD/DVD dal menu file. Se è tutto ok il gioco partirà senza problemi e potrere avere un’idea di come il vostro pc riesce a supportare l’emulatore! Ricordatevi che la velocità varia molto da gioco a gioco, da pc a pc e da versioni di emulatore/plugins ad un’altra! Fate le vostre prove, divertitevi e ricordate che è tutto meno che perfetto, dunque pazientate per l’uscita di nuove versioni e miglioramenti! Rimanete aggiornati sul mio spaces in questo intervento per i nuovi sviluppi e aggiornamenti, ogni nuova modifica verrà inserita nel file scaricabile!

Ciao a tutti by Dado!